Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

In Serbia nella giornata di ieri sono entrati dalla Macedonia 1.071 migranti e profughi, in gran parte famiglie con bambini provenienti dalla Siria, ma anche da Iraq e Afghanistan.

Come ha detto Mirjana Milenkovski, dell'Ufficio Unhcr a Belgrado, solo una cinquantina sono rimasti a riposare nel centro di accoglienza di Presevo, mentre tutti gli altri hanno proseguito il viaggio verso Sid, al confine con la Croazia.

Le operazioni di assistenza avvengono in condizioni difficili con neve e freddo. Ieri, ha osservato Milenkovski, la temperatura era di meno dieci gradi, e la cosa principale di cui i migranti hanno subito bisogno sono abiti caldi e scarpe invernali.

La Serbia, al pari della Macedonia e degli altri Paesi di transito lungo la rotta balcanica, lascia entrare solo i profughi provenienti da zone di guerra di Siria, Iraq e Afghanistan e che dichiarano di voler chiedere asilo in Austria o Germania.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS