Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

In otto diverse operazioni, coordinate dalla centrale operativa di Roma della Guardia Costiera, sono stati tratti in salvo oggi a largo delle coste della Libia 728 migranti, che erano a bordo di sette gommoni e un barchino diretti verso l'Italia.

Su uno dei gommoni personale della Marina Militare italiana ha anche recuperato il cadavere di un uomo.

Ai soccorsi hanno partecipato unità navali della Guardia Costiera, della Marina Militare, di Medici senza Frontiere e di un mercantile con bandiera della Liberia.

Intanto il Ministro italiano delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio ha reso noto questa mattina durante una conferenza stampa organizzata a Lampedusa che sono ben 922 le unità soccorse nel 2015 con oltre 140 mila persone strappate a morte certa. È il bilancio complessivo, aggiornato a pochi giorni fa, dei migranti soccorsi e assistiti in mare sotto il coordinamento della Guardia Costiera Italiana.

Nello specifico la Guardia Costiera, solo con i propri mezzi, ha tratto in salvo nell'anno in corso 40 mila persone e soccorso 260 unità tra gommoni e barconi. Di fronte a questa emergenza umanitaria la risposta dei soccorsi è sempre più rapida ed efficace. "Un'Italia che fa squadra", ha commentato Delrio.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS