Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

"La Commissione ha un Piano A ed è quello di far funzionare l'intesa Ue-Turchia".

Così una portavoce dell'esecutivo comunitario dopo le indiscrezioni della 'Bild' secondo cui diversi Paesi starebbero lavorando a un 'Piano B' in caso di fallimento dell'accordo sui migranti, la cui attuazione è messa ancora più a rischio dalle dimissioni del premier turco Ahmet Davutoglu.

Sulle relazioni con Ankara la linea di Bruxelles resta quella data dal presidente della Commissione Ue Jean-Claude Juncker venerdì a Roma, e poi ribadita sabato in un'intervista al Funke Mediengruppe: "Abbiamo negoziato con il governo turco. Abbiamo la parola del governo turco e continueremo a lavorare con il governo turco". Bruxelles ritiene che l'accordo abbia finora prodotto risultati, in quanto i numeri degli arrivi dei migranti in Grecia è significativamente diminuito, e continua tuttora; oggi con appena 75 arrivi dalla Turchia sulle isole greche.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS