Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Germania, insieme ad Austria, Belgio, Svezia e Danimarca, sta facendo pressioni per poter prolungare, a partire da maggio, di un anno o un anno e mezzo i controlli su alcune frontiere interne dell'area Schengen.

È quanto scrive il quotidiano tedesco Welt in un articolo che sarà pubblicato domani e di cui è stata resa nota un'anticipazione. Della questione parleranno i ministri dell'Interno Ue nella riunione fissata ad Amsterdam per lunedì prossimo.

Nell'articolo il ministro dell'Interno austriaco Johanna Mikl-Leitner minaccia anche di escludere temporaneamente la Grecia dall'area Schengen. "Se Atene non farà di più per rendere sicure le sue frontiere esterne, si dovrà discutere apertamente di una sua espulsione temporanea" dall'area di libera circolazione delle persone. "Non è vero che il confine tra Grecia e Turchia non può essere controllato".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS