Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Migros e Coop, nel raffronto con altri commercianti al dettaglio europei, vantano il più alto margine lordo (foto d'archivio).

KEYSTONE/JEAN-CHRISTOPHE BOTT

(sda-ats)

Migros e Coop, nel raffronto con altri commercianti al dettaglio europei, vantano il più alto margine lordo, secondo uno studio svolto dalla società di consulenza Deekeling Arndt Advisors su incarico di Promarca.

La differenza tra il costo e il prezzo di vendita di un prodotto, che costituisce un indice di redditività, si è assestata nel 2015 al 40,2% per Migros e al 29,8% per Coop, davanti al gruppo tedesco Rewe (25,5%) e alle francesi Auchan e Carrefour (23,5%). I margini più sottili sono stati fatti segnare dai dettaglianti britannici: 5,2% per Tesco e 3,8% per Morrisons.

In dichiarazioni rilasciate alla "Schweiz am Sonntag" il vicedirettore della Commissione della Concorrenza Patrik Ducrey spiega che i prezzi più alti praticati in Svizzera sono in parte dovuti alla concentrazione del mercato e al duopolio di fatto che vige nel paese. Ma i dati vanno interpretati con prudenza: Migros, ha detto il portavoce Luzi Weber, produce lei stessa molti articoli e vanta quindi margini più elevati rispetto ai dettaglianti puri, che acquistano la merce da altri produttori, i quali a loro volta devono ritagliarsi un margine.

Sui prezzi incide inoltre la struttura dei costi, con salari e affitti che in Svizzera sono più onerosi. Al netto, dopo deduzione di tutti i costi, il margine di guadagno sull'insieme del fatturato è molto più basso: 1,7% per Coop e 2,9% per Migros.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS