Navigation

Mikron scivola nelle cifre rosse

Meno lavoro, in particolare dall'industria automobilistica. KEYSTONE/CHRISTIAN BEUTLER sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 23 luglio 2020 - 12:18
(Keystone-ATS)

Complice la forte contrazione dei ricavi Mikron è scivolata nelle cifre rosse nel primo semestre: il gruppo industriale con sede a Bienne (BE) e presente anche in Ticino ha subito una perdita di 24 milioni di franchi. a fronte di un utile di 5 milioni nel 2019.

Il risultato operativo Ebit al netto dei costi di ristrutturazione è passato da 8 a -6 milioni di franchi (-22 milioni se si tiene conti degli oneri in questione), emerge dai dati pubblicati oggi. Il fatturato è sceso del 31% a 121 milioni e gli ordinativi hanno subito una flessione del 23% a 176 milioni.

Il gruppo ha sofferto in particolare il calo del volume di commesse da parte dell'industria automobilistica, peggiorato ulteriormente dal diffondersi dell'epidemia di coronavirus. Come già noto i vertici hanno avviato un programma di ristrutturazione che prevede una significativa riduzione delle capacità: ad Agno - è notizia di alcune settimane or sono - sono stati pronunciati 47 licenziamenti ed è prevista una riduzione della percentuale lavorativa per altri 57 dipendenti.

Viste le incertezze, l'azienda ritiene molto difficile avanzare stime per l'insieme dell'anno. Sono attesi buoni risultati dal segmento di mercato della tecnologia farmaceutica e medica, mentre non è prevista una rapida ripresa della domanda nell'industria automobilistica. L'Ebit ante costi di ristrutturazione potrebbe essere al livello del primo semestre.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.