Navigation

Minareti: Libia; media, impedire nuovi campanili

Questo contenuto è stato pubblicato il 03 dicembre 2009 - 10:46
(Keystone-ATS)

BERNA/TRIPOLI - "Impediremo la costruzione di nuovi campanili". Così titola Jamahirija, il maggiore quotidiano libico continuando a commentare l'esito dell'iniziativa svizzera contro la costruzione di minareti.
Al titolo segue un articolo al vetriolo contro "chiunque odia i musulmani". Il riferimento diretto è agli svizzeri che hanno usato l'immagine della donna velata sullo sfondo di minareti a forma di missile solo per alimentare - secondo il giornale - la loro "paura dell'Islam".
Chiunque odia i musulmani e l'Islam, scrive l'articolista, "non potrà più godere della nostra ricchezza, non potrà più introdurre container con le proprie merci, non andrà più in macchina sfruttando il nostro petrolio".
Gli svizzeri, secondo Jamahirija, avrebbero compiuto un passo che sarebbe "il primo di centinaia di altri che porteranno verso la proibizione della fede islamica stessa".
Per il segretario della World Islamic Call Society libica (Wics), la scelta elvetica alimenta l'"islamofobia". Lo riferisce l'agenzia Jana riportando la nota ufficiale dell'associazione di religiosi, che definisce "una sorpresa per l'opinione pubblica mondiale questa presa di posizione che arriva dal cuore dell'Europa, da una nazione sede dell'Ufficio delle Nazioni Unite per i Diritti Umani e che si professa libera, neutrale e rispettosa dei diritti".
I membri della Wics continuano esprimendo il proprio rammarico per quella che definiscono "una deriva europea verso l'estremismo e il razzismo".

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?

Non è stato possibile registrare l'abbonamento. Si prega di riprovare.
Hai quasi finito… Dobbiamo verificare il tuo indirizzo e-mail. Per completare la sottoscrizione, apri il link indicato nell'e-mail che ti è appena stata inviata.

Scoprite ogni settimana i nostri servizi più interessanti.

Iscrivitevi ora per ricevere gratuitamente i nostri migliori articoli nella vostra casella di posta elettronica.

La dichiarazione della SRG sulla protezione dei dati fornisce ulteriori informazioni sul trattamento dei dati.