Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il ministro della sanità elvetico Alain Berset ha illustrato la strategia elvetica di prevenzione dalle dipendenze.

KEYSTONE/WALTER BIERI

(sda-ats)

Alfabetizzazione sanitaria della popolazione, prevenzione e lotta alle dipendenze, sanità elettronica (e-health): sono questi i temi affrontati nel corso del vertice dei ministri della sanità dei cinque Paesi germanofoni, ieri e oggi in Lussemburgo.

Presente anche il consigliere federale Alain Berset, indica il Dipartimento federale dell'interno (DFI) in una nota odierna.

L'alfabetizzazione sanitaria della popolazione - ovvero la capacità del singolo di adottare decisioni positive per la salute - deve essere rafforzata: su questo tutti e cinque i ministri presenti si sono trovati concordi. Per fare ciò il primo passo è quello avere una chiara visione della situazione attuale: è quindi necessaria una migliore base di dati.

A questo scopo è stato istituito un gruppo di lavoro incaricato di chiarire i presupposti per una rilevazione su scala europea, precisa il DFI. Il Dipartimento rivela che attualmente in Svizzera l'alfabetizzazione è da considerarsi "problematica o insufficiente per circa la metà della popolazione".

I ministri hanno poi discusso di prevenzione e lotta alle dipendenze. Berset ha colto l'occasione per presentare ai suoi colleghi la strategia elvetica in materia, che "ha lo scopo di prevenire le dipendenze, sostenere precocemente le persone a rischio e aiutare le persone che ne sono affette".

Nel corso della due giorni, infine, si è parlato di sanità elettronica: secondo i ministri, "grazie allo scambio di dati è possibile migliorare la qualità dei trattamenti, la sicurezza dei pazienti e l'efficienza del sistema sanitario".

Al vertice - soprannominato "quintetto della salute" - hanno preso parte oltre a Berset, la ministra della sanità del Lussemburgo Lydia Mutsch, quello della Germania Hermann Gröhe, quello del Principato del Liechtenstein Mauro Pedrazzini, nonché Clemens Martin Auer e Pamela Rendi-Wagner in rappresentanza della ministra austriaca Sabine Oberhauser. Il prossimo incontro, in programma nel 2017, sarà organizzato dal Liechtenstein.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS