Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Dopo l'abbandono sul piano internazionale, il segreto bancario sparirà anche in Svizzera. "Sarà difficile conservare i due sistemi", afferma convinto il "ministro" giurassiano dell'economia Charles Juillard (PPD), che è anche membro della Conferenza dei direttori cantonali delle finanze.

In dichiarazioni ai quotidiani "Tribune de Genève" e "24 Heures", Juillard afferma: "si va verso un ammodernamento fondamentale del sistema fiscale, la situazione evolverà rapidamente". E cita la rapidità con cui lo scambio automatico di informazioni è stato accolto in Svizzera, in particolare da parte del Consiglio federale.

Il consigliere di Stato giurassiano ritiene corretta la stima di 5-8 miliardi di franchi all'anno di reddito non dichiarati in Svizzera. Prevede inoltre un'amnistia fiscale sul piano federale in caso di scomparsa del segreto bancario. "Bisognerà trovare una soluzione affinché tutti gli averi riemergano, altrimenti - afferma - i ricchi troveranno le soluzioni per sottrarsi al fisco".

Mercoledì il Consiglio federale ha deciso di avviare negoziati sullo scambio automatico di informazioni fiscali in particolare con UE e USA, ma si è detto contrario a farlo a livello svizzero.

SDA-ATS