Navigation

Minneapolis: agenti spingono a terra 75enne, bufera a Buffalo

Polemiche per l'operato della polizia KEYSTONE/AP/Mike Desmond sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 05 giugno 2020 - 16:44
(Keystone-ATS)

Due agenti della polizia di Buffalo, nello Stato di New York, sono stati sospesi senza stipendio dopo che un video li ha ripresi mentre spingevano a terra un uomo di 75 anni nel corso delle proteste per la morte dell'afroamericano George Floyd.

Il filmato, ripreso dalla giornalista della radio locale WBFO e poi rilanciato su Twitter, è diventato virale sui social, scatenando polemiche e critiche. Nelle immagini si vede un uomo con i capelli bianchi, per ora non identificato, che si avvicina ad un gruppo di agenti in tenuta antisommossa: un poliziotto lo spinge con un bastone e un altro con la mano e l'uomo cade all'indietro e sbatte la testa sul marciapiede, ferendosi gravemente.

Il 75 enne è ricoverato in ospedale in condizioni "stabili ma gravi", ha affermato il sindaco della città, Byron Brown che si è detto "profondamente turbato" dal video, diventato immediatamente virale sui social, che documenta l'accaduto.

Il governatore di New York, Andrew Cuomo, ha detto di aver parlato con il sindaco ed è d'accordo sul fatto che gli agenti coinvolti debbano essere sospesi in attesa di un'indagine formale. "Gli agenti di polizia devono far rispettare la legge, non abusarne".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.