Navigation

Minneapolis: avvocato, anche altri agenti dietro morte Floyd

Intanto la contestazione prosegue in varie città degli Usa (immagine simbolica). KEYSTONE/AP/Ben Gray sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 02 giugno 2020 - 08:59
(Keystone-ATS)

Ben Crump, avvocato della famiglia di George Floyd, l'afroamericano ucciso a Minneapolis per mano della polizia, ha affermato che l'autopsia indipendente mostra che anche gli altri agenti di polizia coinvolti sono direttamente responsabili della morte di Floyd.

Per il legale, non è solo l'ex ufficiale Derek Chauvin, accusato di omicidio di terzo grado, che dovrà fare i conti con la giustizia.

L'avvocato Crump spiega alla Cnn che l'autopsia condotta da un team di medici legali indipendenti assunti dalla famiglia ha mostrato che la causa della morte è stata l'asfissia dovuta alla compressione del collo. E che anche la "compressione della schiena" degli altri agenti su Floyd ha interferito sulla sua respirazione. "Speriamo che il procuratore generale (del Minnesota) Keith Ellison lo consideri ora mentre esamina la situazione degli altri agenti", ha detto Crump.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.