Navigation

Mladic: ex generale, voglio parlare 5 minuti perché malato

Questo contenuto è stato pubblicato il 04 luglio 2011 - 11:18
(Keystone-ATS)

L'ex generale serbo bosniaco Ratko Mladic ha chiesto al presidente del Tribunale penale internazionale (Tpi) di avere cinque minuti di tempo per parlare, invece dei tre accordategli, perché "malato". Lo ha detto in aula lo stesso Mladic.

L'ex generale si è presentato in tribunale con un vestito grigio chiaro e si è lamentato per essere stato obbligato a togliersi il berretto.

Dal canto suo, il giudice del Tpi dell'Aja ha respinto la richiesta di Ratko Mladic di rinviare l'udienza. Il rinvio era stato chiesto dall'ex generale serbo bosniaco perché non pronto a dichiararsi, così come prevede la procedura, colpevole o non colpevole.

In seguito, il giudice ha chiesto alla sicurezza di portare fuori dall'aula Mladic che si rifiutava di rispondere alle domande ed ascoltare il giudice in silenzio.

Poi il giudice, per conto di Ratko Mladic, che non era più in aula, ha dichiarato l'ex generale serbo bosniaco "non colpevole", come previsto dalla procedura.

Il giudice ha, infine, letto tutte le accuse che sono state formalizzate dal tribunale penale per la ex Jugoslavia nei confronti di Mladic, per genocidio e crimini di guerra e contro l'umanità, spiegando ogni volta che, per conto di Mladic, dichiara l'ex generale "non colpevole".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?