Navigation

MO: Erdogan, Israele crea ostacoli alla pace

Questo contenuto è stato pubblicato il 22 settembre 2011 - 22:00
(Keystone-ATS)

Il premier turco Tayyip Erdogan ha sostenuto oggi che per raggiungere la pace in Medio Oriente "è necessario fare pressioni su Israele", perché "il governo israeliano invece di aprire la strada alla pace, costruisce nuovi ostacoli" al negoziato.

Parlando all'Assemblea generale dell'Onu, Erdogan ha affermato che lo stato ebraico "non ha rispettato 89 risoluzioni del Consiglio di sicurezza" e ne ha "ignorate centinaia" della stessa Assemblea generale.

Il premier turco ha inoltre affermato che la Palestina è stata indicata dalle Nazioni Unite quale Stato sin dalla risoluzione 181 del 1947, riferendosi alla risoluzione dell'Assemblea generale nota come Piano per la Ripartizione.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?