Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BRUXELLES - L'Unione europea sta riflettendo sulla possibilità di inviare una missione militare marittima al largo di Gaza per contribuire alla sorveglianza del transito delle merci verso il territorio palestinese, nel quadro di un allentamento del blocco israeliano ritenuto possibile a breve. Lo ha indicato l'alto rappresentante della politica estera della Ue, Catherine Ashton, parlando al parlamento a Strasburgo.
L'opzione di una missione marittima è tuttavia "più complessa" - ha rilevato l'Alto rappresentante - da praticare rispetto a quella di una missione terrestre, ai valichi di Karni e Karen Shalom, alla frontiera con Israele. Per contribuire all'allentamento del blocco, garantendo al tempo stesso la sicurezza di Israele, la Ue potrebbe anche riattivare - ha detto la Ashton - anche la missione Eubam, dispiegata nel 2005 al valico di Rafah, alla frontiera con l'Egitto, attualmente congelata.

SDA-ATS