Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

IL CAIRO - Fonti delle forze di sicurezza egiziana respingono le accuse di Hamas, il movimento islamico radicale palestinese al potere nella Striscia di Gaza, ovvero che l'Egitto avrebbe pompato gas tossico nel tunnel per il contrabbando dove ieri sono rimasti uccisi quattro palestinesi.
Secondo le stesse fonti, il tragico episodio sarebbe da imputare alle bombole di butano fatte passare nel tunnel, le quali sarebbero esplose causando il crollo del tunnel, che "non è stato distrutto" dalle forze egiziane.
Stamani, fonti di Hamas hanno definito la morte dei quattro palestinesi "un omicidio a sangue freddo" di cui l'Egitto è responsabile, avendo pompato giorni fa un gas dentro i tunnel per rendere impraticabili le gallerie e impedire il contrabbando.

SDA-ATS