Navigation

MO: Gaza, raid a Khan Yunes, sale a 3 bilancio morti civili

Questo contenuto è stato pubblicato il 08 aprile 2011 - 16:04
(Keystone-ATS)

È salito a dieci, fra miliziani e civili, il bilancio dei palestinesi uccisi da ieri a Gaza dai raid israeliani. In mattinata il fuoco dello Stato Ebraico ha ucciso due miliziani di Hamas a Khouza (Khan Yunes) e tre civili a Farrahin (Khan Yunes, a sud di Gaza).

Fonti locali riferiscono che le odierne vittime civili sono una madre con la figlia di circa 20 anni, che si trovavano all'interno della loro abitazione, ed un contadino sorpreso nei propri campi.

Un portavoce militare a Tel Aviv ha riferito che in seguito al pesante lancio di razzi e di mortai contro civili israeliani nel Neghev, "un velivolo militare ha colpito due cellule di terroristi nelle loro postazioni di lancio". Costoro sono stati colpiti.

Il portavoce ha aggiunto che in una delle località centrate, accanto ai miliziani palestinesi, si trovavano civili che in apparenza sono stati pure colpiti. "Le forze armate israeliane - ha osservato il portavoce - si rammaricano che la organizzazione terroristica di Hamas scelga di agire all'interno della propria popolazione civile, usandola come uno "scudo umano".

Le forze armate israeliane, ha assicurato, continueranno ad agire "con forza e determinazione contro quanti praticano il terrorismo contro Israele. Hamas è l'unico responsabile per ogni attività terroristica proveniente da Gaza".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?