Navigation

MO: H. Clinton, lavoriamo per una soluzione a due stati

Questo contenuto è stato pubblicato il 17 novembre 2010 - 19:49
(Keystone-ATS)

NEW YORK - La segretaria di Stato americana, Hillary Clinton, ha ribadito oggi a Washington che gli Stati Uniti sono impegnati sia con Israele sia con l'Autorità Palestinese per far ripartire i negoziati di pace in Medio Oriente basati su una soluzione a due Stati.
Hillary Clinton, rispondendo alle domande dei giornalisti, ha evitato di scendere nei dettagli. "Non possiamo entrare nei dettagli", ha dichiarato. Posso solo ripetere quanto già abbiamo detto, che siamo in stretto contatto sia con gli israeliani che con i palestinesi. Stiamo lavorando intensamente per creare le condizioni per una ripresa dei negoziati che punti a una soluzione a due Stati e a una pace complessiva".
Ieri fonti israeliane avevano chiesto che le proposte di incentivi e garanzie Usa nei confronti di Israele contenute nel piano di pace americano concordato con il primo ministro, Benyamin Netanyahu, fossero messe in un documento scritto. Solo dopo averlo ricevuto - avevano sottolineato le fonti - Netanyahu convocherà i 15 ministri che formano il suo gabinetto politico-militare, per un eventuale congelamento di 90 giorni degli insediamenti israeliani in Cisgiordania.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?