Navigation

MO: Israele, cyber-attacchi; hacker, svelerò segreti militari

Questo contenuto è stato pubblicato il 06 gennaio 2012 - 11:13
(Keystone-ATS)

È sempre più spavaldo il misterioso hacker "Omar", asseritamente saudita, che negli ultimi giorni ha immesso sul web a due riprese i dettagli di decine di migliaia di carte di credito di israeliani.

In uno scambio di messaggi con il sito web israeliano Ynet, Omar afferma di aver già fatto acquisti per un valore di 200 mila dollari grazie alle carte di credito clonate. Aggiunge di essere in procinto di rivelare alcuni segreti militari. "La popolazione araba ama la mia iniziativa - assicura - e prega per me".

Ma non teme, gli è stato chiesto, una reazione del Mossad, lo spionaggio israeliano? "Li sto aspettando", risponde il misterioso Omar. "Mi sapete dire quando arriveranno?".

In Israele intanto le autorità sono molto allarmate per la vistosa falla nei sistemi di protezione utilizzati dal sistema bancario e per la divulgazione degli indirizzi di posta elettronica di migliaia di israeliani, con le relative password.

"Si tratta di un attacco terroristico cibernetico", ha affermato il dirigente di una compagnia di carte di credito.

Sulla stampa alcuni analisti si chiedono intanto se dietro all'offensiva del misterioso Omar non ci sia in realtà un servizio di intelligence straniero.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?