"Hamas continuerà a soffrire duri colpi nei prossimi giorni, con la forza e l'estensione necessarie, finché la calma non ritornerà nelle comunità meridionali". Lo ha detto il ministro della difesa Moshè Yaalon che ha fatto il punto con gli alti ufficiali militari. L'esercito ha recentemente disposto prima un richiamo di 1'500 riservisti e poi altri 40 mila, compresi reparti di fanteria, artiglieria e truppe corazzate lungo la frontiera con Gaza. Zona di norma già fortemente presidiata da Israele.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.