Navigation

Mo: negoziati, Mitchell vede progressi su colonie

Questo contenuto è stato pubblicato il 15 settembre 2010 - 21:45
(Keystone-ATS)

GERUSALEMME - L'emissario della Casa Bianca per il Medio Oriente, George Mitchell, ha detto stasera di vedere "progressi" possibili sulla questione della moratoria edilizia nelle colonie ebraiche in Cisgiordania fra il premier israeliano, Benyamin Netanyahu, e il presidente palestinese, Abu Mazen, senza tuttavia fornire dettagli.
"I due leader stanno affrontando di petto i temi centrali del conflitto israelo-palestinese", ha affermato Mitchell al termine dei colloqui svolti oggi a Gerusalemme nell'ambito del negoziato diretto mediato dagli Usa. Il fatto che essi "non lascino alla fine le questioni più difficili rappresenta secondo noi un indicatore forte della loro convinzione che la pace sia possibile", ha concluso.
I media online israeliani riportano d'altra parte l'informazione secondo cui Netanyahu, durante il confronto odierno, ha in realtà ribadito ad Abu Mazen che la moratoria sulle nuove costruzioni negli insediamenti della Cisgiordania, in scadenza il 26 settembre, non sarà prorogata.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo