Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

"Israele non sarà uno stato binazionale". Così il premier israeliano Benyamin Netanyahu ha riposto al segretario di stato Usa John Kerry che ieri ha ammonito su questo rischio se non si raggiunge la pace e se Israele permette il collasso dell'Autorità palestinese.

"Per ottenere la pace - ha avvisato Netanyahu - anche l'altra parte deve volerla. Sfortunatamente non è quello che vediamo"

Netanyahu - che ha parlato in apertura di riunione di governo a Gerusalemme - ha evidenziato a questo proposito che "l'istigazione da parte dell'Autorità nazionale palestinese (Anp) continua, visto che il negoziatore capo palestinese visita la famiglia di un terrorista che ha cercato di uccidere ebrei. Non solo non ha condannato ma anche offerto le sue condoglianze".

Netanyahu si è riferito alla visita che Saeb Erekat, segretario generale dell'Olp, ha compiuto a casa di un ufficiale dell'intelligence accusato di aver ferito un civile e un soldato israeliani in un attacco a colpi di arma di fuoco giovedì scorso.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS