Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Per i prossimi 2 giorni l'ingresso alla Città Vecchia di Gerusalemme sarà permesso solo ai cittadini israeliani, ai residenti della zona e ai turisti. Lo hanno deciso le autorità per la situazione della sicurezza.

L'ingresso dei fedeli musulmani alla Spianata delle Moschee, solo attraverso la Porta dei Leoni, sarà permesso agli over 50. Niente restrizioni per le donne

Si tratta a quanto pare di restrizioni senza precedenti a Gerusalemme negli ultimi anni.

Secondo la portavoce della polizia israeliana Luba Samri, nei prossimi due giorni avranno accesso alla Città Vecchia i cittadini di Israele; i residenti della Città Vecchia (palestinesi ed israeliani); i gestori degli esercizi commerciali; e gli allievi di istituti scolastici attivi entro le mura. Come è noto l'area è divisa in quattro rioni: l'ebraico, il cristiano, l'armeno e il musulmano. L'accesso alla Spianata delle Moschee sarà consentito solo da una delle porte della Città Vecchia, quella dei Leoni. Nella Spianata saranno ammessi fedeli musulmani solo se di età superiore ai 50 anni.

In questo modo la polizia israeliana cerca di "diluire" la presenza palestinese entro le mura della Città Vecchia nei prossimi due giorni: un lasso di tempo entro il quale si concluderà la ricorrenza ebraica della Festa dei tabernacoli, che di norma richiama decine di migliaia di fedeli la cui protezione è divenuta in questi giorni molto complessa.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS