Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Mentre ormai da una settimana le forze di sicurezza sono alla ricerca di tre ragazzi ebrei dispersi in Cisgiordania, rapiti secondo Israele da affiliati a Hamas, una delle piste battute dagli inquirenti è quella delle bande palestinesi di ladri di automobili.

A quanto risulta, mentre facevano l'autostop i tre sono saliti a bordo di una Hyundai con targa israeliana, ritrovata poi carbonizzata a pochi chilometri dalla città cisgiordana di Hebron. Secondo un alto ufficiale della polizia oggi in pensione, Alik Ron, non è da escludere che esistano legami fra i terroristi palestinesi e ambienti locali della malavita specializzati nel furto di auto in Israele.

"Fra questi ultimi - ha notato Ron - ci sono professionisti di altissimo livello, esperti non solo nel furto di auto ma anche nella neutralizzazione dei telefoni cellulari e degli apparecchi trasmittenti per l'antifurto. Essi peraltro conoscono molto bene il terreno e sanno come eludere i pattugliamenti dell'esercito e della polizia". Dando inoltre fuoco all'automobile utilizzata per il rapimento, secondo Ron, hanno distrutto anche dettagli minori che altrimenti potevano essere d'aiuto per gli investigatori.

SDA-ATS