Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il presidente egiziano Abdel Fattah al-Sisi come previsto ha incontrato al Cairo il presidente dell'Autorità nazionale palestinese, Abu Mazen, e ha sottolineato che per arrivare ad un cessate il fuoco a Gaza c'è bisogno di un sufficiente grado di "flessibilità" da parte di Hamas e degli israeliani. Lo ha riferito il portavoce della presidenza egiziana.

Sisi, secondo la sintesi del portavoce, "ha affermato che l'Egitto è impegnato nel profondere ogni sforzo per giungere alla tregua e fermare lo spargimento di sangue palestinese. Ma ciò - ha aggiunto - esige una flessibilità sufficiente da parte di Israele e dei palestinesi".

Il presidente ha affermato inoltre che "l'Egitto prevede di continuare a fornire ogni forma di sostegno al popolo palestinese in particolare alla Striscia di Gaza", ha aggiunto con implicito e parziale riferimento alle 500 tonnellate di aiuti umanitari che hanno iniziato ad affluire a Gaza.

L'incontro è stato incentrato sulla "iniziativa egiziana" per un cessate il fuoco, sulle "posizioni" di Israele e delle "fazioni palestinesi" e sugli "ultimi sviluppi" in Cisgiordania, Gaza e Gerusalemme est", ha riferito il portavoce.

Il colloquio Sisi-Abu Mazen è avvenuto alla presenza del ministro degli Esteri egiziano Sameh Shoukry, del negoziatore capo dell'Olp, Saeb Erekat, di un componente del comitato centrale di Fatah, Azzam al-Ahmad, e del portavoce della presidenza palestinese, Nabil Abu Nabil Abu Rudeineh.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS