Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il premier israeliano Benjamin Netanyahu ha scongelato oggi progetti per la costruzione di 1.800 nuovi alloggi in colonie ebraiche cisgiordane. Lo afferma Haaretz. Il provvedimento va ad aggiungersi agli appalti per la costruzione di ulteriori 1500 alloggi, resi noti stamattina.

La radio militare ha poi confermato la notizia, precisando che il numero complessivo per la progettazione di nuovi alloggi in colonie cisgiordane potrebbe essere di 1.500, piuttosto che di 1.800. Secondo l'emittente la loro progettazione doveva essere annunciata già a fine aprile quando Israele si accingeva a liberare un quarto ed ultimo scaglione di detenuti palestinesi. Ma l'arenamento delle trattative di pace aveva poi indotto Israele ad annullare quelle scarcerazioni.

SDA-ATS