Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Quasi 200 persone si sono riunite oggi pomeriggio davanti al Palazzo delle Nazioni Unite a Ginevra per denunciare "il massacro dell'etnia albanese a Kumanovo" in Macedonia. I manifestanti chiedono in particolare all'ONU l'apertura di un'inchiesta internazionale.

E' stato condannato il terrore di Stato esercitato dalla polizia macedone e dalle forze militari nei confronti della popolazione civile albanese. I manifestanti vorrebbero che gli autori di tali violenze e crimini contro l'umanità siano condotti davanti alla Corte internazionale di giustizia all'Aia.

Secondo l'agenzia stampa kosovara "Presheva Jonë" con sede a Ginevra, vivono in Svizzera circa 60'000 albanesi di Macedonia.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS