Navigation

Mobility: in crescita anche nel 2015

Questo contenuto è stato pubblicato il 17 marzo 2016 - 10:29
(Keystone-ATS)

Anche il 2015 è stato un anno di crescita per Mobility: la cooperativa attiva nel settore della condivisione dell'auto ha visto il numero di clienti raggiungere quota 127'300, 7000 in più dell'anno precedente.

I ricavi sono aumentati del 3,7% a 74,1 milioni di franchi, mentre l'utile è sceso da 3,9 a 3,7 milioni di franchi.

Il lieve calo del risultato è da ricondurre a investimenti in nuovi settori di attività e al calo dei prezzi dei veicoli sul mercato d'occasione, spiega la società con sede a Lucerna in un comunicato odierno. "Siamo finanziariamente solidi e possiamo sviluppare in modo continuo i nostri servizi", afferma la direttrice Viviana Buchmann, citata nella nota.

Negli ultimi dieci anni il numero dei fruitori delle vetture di Mobility è raddoppiato: sono soprattutto i giovani che rinunciano a un'auto propria per puntare sul car sharing. "Mobility è in linea con lo spirito del tempo", sostiene Buchmann.

A fine anno la cooperativa gestiva 2900 veicoli (+7%) in 1460 ubicazioni (+4%). Nove comuni svizzeri su dieci con oltre 5000 abitanti dispongono di almeno un'auto. Oltre ai privati hanno usufruito dei servizi di Mobility anche 4200 aziende.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.