Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il consigliere nazionale UDC e professore all'Università di Zurigo Christoph Mörgeli ha denunciato tre giornalisti della trasmissione della televisione svizzerotedesca "Rundschau" - il caporedattore Mario Poletti, il moderatore Sandro Brotz e il redattore Marc Meschenmoser - per un servizio su di lui. Mörgeli li accusa di delitti contro l'onore, diffamazione e calunnia. La notizia riportata dal"SonntagsBlick" è stata confermata dall'interessato all'ats.

Nella primavera dell'anno scorso la "Rundschau" aveva affermato che la sorveglianza sulle tesi di dottorato in medicina realizzate sotto la supervisione di Mörgeli è stata insufficiente. Secondo il professore vi sono cinque false dichiarazioni; la peggiore è che sono stati citati due testimoni che non hanno fatto la tesi sotto la sua supervisione.

Né il direttore dell'emittente né l'Autorità indipendente di ricorso in materia radiotelevisiva (AIRR) hanno voluto chiarire la questione, ha spiegato Mörgeli all'ats. Per questo motivo ora ha sporto denuncia.

Dopo i dubbi espressi dalla "Rundschau", l'ateneo aveva fatto esaminare 39 tesi realizzate fra il 2002 e il 2012 da esperti internazionali, i quali erano giunti alla conclusione che Mörgeli e il suo superiore dell'epoca, il professore emerito Beat Rüttiman, diedero la loro approvazione a lavori tutto sommato carenti, a causa dell'assistenza insufficiente prestata ai dottorandi "sia sotto il profilo scientifico che metodologico".

SDA-ATS