Navigation

Moléson (FR): interrotti lavori a antenna militare

Questo contenuto è stato pubblicato il 23 settembre 2011 - 14:00
(Keystone-ATS)

Il Dipartimento federale delle difesa (DDPS) ha comunicato oggi di aver sospeso la realizzazione di un'antenna militare sulla cima del Moléson (FR), dopo l'arrivo degli agenti di polizia inviati sul luogo dal prefetto della Gruyère Maurice Ropraz.

Gli operai, ha detto all'ats Silvia Steidle a nome del Dipartimento di Ueli Maurer, hanno abbandonato il cantiere situato a 2000 metri sul comune di Gruyères. Cantiere che, stando all'agenda dei lavori, doveva chiudersi martedì con l'erezione di un'antenna di 40 metri d'altezza.

La legge federale sull'esercito prevede un procedimento semplificato per quegli impianti e costruzioni che hanno un impatto minimo sul territorio e sull'ambiente; in questo genere di progetti non è necessario alcun iter per l'approvazione dei piani.

Secondo Maurice Ropraz, invece, il progetto in questione ha un impatto considerevole sul territorio; a parte l'altezza, l'antenna verrà dipinta di bianco e rosso e avrà luci di segnalazione, risultando visibile dalla popolazione. Insomma: un'offesa alla bellezza del luogo. Una situazione che ha spinto Ropraz ad intervenire, invocando "vizi di forma" e la politica del fatto compiuto.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?