Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

È pesante il bilancio degli incidenti scoppiati ieri sera a Podgorica durante le proteste antigovernative: 24 dimostranti e 15 agenti sono rimasti feriti e il leader dell'opposizione Andrija Mandic e un deputato sono stati arrestati.

Lo ha detto il ministro dell'interno montenegrino Rasko Konjevich. I disordini sono avvenuti di fronte al parlamento e la polizia ha usato gas lacrimogeni e granate assordanti per disperdere i manifestanti, convocati dal Fronte democratico, che cercavano con la forza di entrare nel parlamento.

Gli oppositori, che da più di un mese scendono in piazza, chiedono elezioni anticipate e un referendum sull'adesione alla Nato, appoggiata dal dal governo filo-occidentale.

I manifestanti ieri avevano lanciato un ultimatum al premier Djukanovic: se non si dimetterà entro stasera, aveva detto Mandic, "tutto il Montenegro si riverserà a Podgorica".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS