Navigation

Moody's abbassa il rating dell'Italia

Questo contenuto è stato pubblicato il 14 febbraio 2012 - 07:18
(Keystone-ATS)

L'agenzia Moody's ha abbassato il rating dell'Italia da A3 ad A2 con outlook negativo. Per Moody's il taglio del rating italiano da A2 ad A3 è dovuto innanzitutto alle incertezze legate alla situazione europea, sia per quel che riguarda le riforme in atto sia per quel che riguarda le previsioni economiche. Tutto ciò - spiegano gli analisti dell'agenzia - "peserà sulla già fragile fiducia dei mercati".

Ci sono poi le incertezze legate sia alla situazione economica italiana che è in via di deterioramento, come quelle sulla situazione dei conti pubblici, a partire dall'elevatissimo livello del debito pubblico. Infine - sottolinea Moody's, c'è un "rischio significativo", quello che il governo italiano non riesca a centrare gli obiettivi di risanamento a causa della "marcata debolezza strutturale dell'economia del Paese".

L'agenzia Moody's ha poi deciso di tagliare anche il rating di Spagna e Portogallo e ha peggiorato le previsioni per Regno Unito e Francia. Moody's, in particolare, ha abbassato il rating di Madrid di due scalini, portandolo da A1 ad A3, e quello di Lisbona da Ba2 a Ba3. Per quanto riguarda Parigi e Londra, nel medio termine a rischio è la tripla A, così come per l'Austria.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?