Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Per la prima volta ricerche archeologiche nella regione del Morgarten (SZ/ZG), dove 700 anni fa sarebbe stata combattuta la celebre battaglia, hanno portato alla scoperta di oggetti, tra cui pugnali e punte di freccia, che potrebbero risalire proprio a quell'epoca.

L'interpretazione dei ritrovamenti, esposti da domani a Zugo e Svitto, è oggetto di ricerche scientifiche appena iniziate.

La battaglia ha costituito l'apice, anche se non la fine, delle tensioni maturate sin dal 1309 tra Svitto, con gli alleati Untervaldo e Uri da un lato, e gli Asburgo (duchi d'Austria) dall'altro, indica il Dizionario storico della Svizzera.

Proprio in vista delle celebrazioni per i sette secoli dagli avvenimenti, i Cantoni di Svitto e Zugo hanno realizzato indagini archeologiche nella regione in cui si suppone si siano svolti i combattimenti. Stando a una nota congiunta dei due Cantoni e della televisione svizzero tedesca (SRF) diffusa oggi, le ricerche sono avvenute su impulso della trasmissione televisiva "Einstein" di SRF e sono state dirette dall'Ufficio cantonale zughese dei monumenti storici e dell'archeologia.

I due Cantoni sono stati animati anche dalla volontà di tagliare l'erba sotto ai piedi di razziatori di beni archeologici, che in tempi recenti si sono rivelati parecchio attivi nella regione.

Un legame tra gli oggetti e la battaglia per il momento non può essere né provato né escluso, sottolinea il comunicato.

Tra gli oggetti rinvenuti, particolarmente rilevanti sono dodici monete, pfennig d'argento, che risalgono a un periodo compreso tra il 1275 e l'inizio del XIV secolo. La concomitanza con gli eventi bellici è significativa, si legge nella nota.

Interessanti appaiono anche (parti di) armi risalenti al XIV secolo. Si tratta di due pugnali, di una porzione di una guaina metallica per custodire un coltello, di due punte di freccia per balestra o per arco e di uno sperone. Allo stesso periodo sono fatti risalire ferramenti di un cofanetto.

Altri oggetti come coltelli e ferri da cavallo sono più difficili da datare. Gli archeologi hanno trovato anche pezzi di epoche più remote, tra cui un gioiello del VII secolo.

I ritrovamenti più significativi sono esposti da domani fino al 31 luglio al Museo Burg di Zugo e dal 22 agosto al 30 settembre al Museo dei Patti federali di Svitto. Dal canto suo "Einstein" dedica alla battaglia di Morgarten la puntata di questa sera (alle 21.00 su SRF1). I giornalisti della televisione svizzero tedesca hanno seguito dapprima per un anno e mezzo le ricerche geologiche realizzate in situ dall'università di Zurigo, volte a determinare il livello dell'Ägerisee (ZG) nel XIV secolo e di riflesso il possibile percorso scelto da Leopoldo d'Austria. In seguito "Einstein" ha documentato il lavoro degli archeologi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS