Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Uno studio condotto presso l'università di Harvard conferma i sospetti sul mistero della moria delle api in tutto il mondo: a causarne la morte sono gli insetticidi neonicotinoidi, i più usati al mondo nell'agricoltura. L'esposizione all'insetticida durante il processo di impollinazione, infatti, secondo gli esperti induce nelle api operaie la sindrome dello "spopolamento degli alveari".

La moria degli insetti nell'ultimo decennio ha causato una diffusa preoccupazione perché circa tre quarti delle colture alimentari del mondo richiedono l'impollinazione. Tanto che l'Unione Europea è già corsa ai ripari, e nel dicembre 2013 ha vietato l'uso di tre neonicotinoidi.

I ricercatori di Harvard hanno studiato il comportamento di 18 colonie di api in Massachusetts nell'arco di tempo di un anno. "Delle 12 colonie trattate con neonicotinoidi, le api di sei di queste hanno abbandonato gli alveari e sono morte", afferma lo studio.

SDA-ATS