Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

"È stato un colpo di stato militare, dovrebbero essere giudicati i leader di questo golpe". Lo ha detto stamani il presidente egiziano deposto, Mohamed Morsi, alla prima udienza al Cairo del processo a suo carico per incitamento alla violenza. "Io sono il presidente della Repubblica e questo tribunale è illegale", ha aggiunto Morsi, vestito con una tuta sportiva bianca e blu e apparso in buona salute. Il processo è stato aggiornato all'8 gennaio.

L'ex capo di stato del partito Libertà e Giustizia, espressione della Fratellanza musulmana, è accusato con altre 14 persone della morte di almeno 7 manifestanti durante scontri davanti alla sede della presidenza egiziana il 5 dicembre 2012.

Morsi, eletto nel giugno 2012, è stato deposto e arrestato dai militari il 3 luglio 2013, dopo imponenti manifestazioni popolari contro di lui e il suo governo, accusati da vasti settori dell'opinione pubblica di autoritarismo e incapacità di affrontare la gravissima crisi economica del paese.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS