Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

È morta oggi a Londra a 85 anni Ruth Rendell, una delle più note e prolifiche autrici inglesi di romanzi thriller e a sfondo psicologico, alcune delle cui opere hanno ispirato i registi Claude Chabrol e Pedro Almodovar.

Lo ha reso noto la sua casa editrice, la Penguin Random House. Rendell era stata colpita da un ictus a gennaio e non si era più ripresa.

Con la 'rivalè P.D. James - altra scrittrice molto amata in Gran Bretagna e scomparsa nel novembre del 2014 - Ruth Rendell condivideva la palma di "regina del giallo" nel Paese. Entrambe erano state fra l'altro cooptate nella Camera dei Lord: Rendell (fatta baronetta di Aldenburgh nel 1997 dalla regina Elisabetta) tra i banchi dei laburisti, James fra i conservatori.

Tra le autrici di genere più rispettate dalla critica, Rendell, ha firmato una sessantina di libri tra romanzi e raccolte tradotti in numerose lingue. Ma in Italia era relativamente poco nota: solo pochi titoli erano usciti per i tipi di Mondadori fino a quando, nel 2004, l'editore Fanucci ne aveva avviato una più ampia pubblicazione.

I suoi libri possono essere suddivisi in tre categorie: i gialli investigativi della serie dell'ispettore Wexford, i romanzi psicologici e una serie di thriller lunghi e complessi firmati con lo pseudonimo Barbara Vine. Molte sue opere sono state trasposte in tv nel Regno Unito, mentre sul grande schermo ha ispirato registi come Almodovar ('Carne tremulà), Chabrol ('Il buio nella mentè) e Claude Miller ('Alias Betty').

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS