Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il fotoreporter statunitense Stanley Greene, che attraverso i suoi scatti ha raccontato tante guerre e conflitti nel mondo, è morto oggi a Parigi all'età di 69 anni.

Nato a New York, Stanley Greene fu prima pittore, poi impegnato nei Black Panters. Scoprì la fotografia con Eugene Smith. Fotografo di guerra per le agenzie VU e poi NOOR, ha seguito numerosi conflitti tra cui Darfur, Ruanda, Balcani.

Nel 1993 fu il solo a restare all'interno del parlamento russo assediato. Particolarmente noti i suoi reportage sulla Cecenia. Dal 1994 al 2001, il fotografo ha accumulato drammatiche testimonianze sul grado di sofferenza in quella parte del mondo, spesso rischiando la vita.

Ogni volta, tornando a casa, Stanley Greene brandiva quelle sue foto come prove inconfutabili della tragedia in atto, denunciando l'indifferenza dell'Occidente.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS