Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Claude Covassi, l'uomo reclutato nel 2004 dalla Confederazione per spiare il Centro islamico di Ginevra (CIG), è morto venerdì all'età di 42 anni in circostanze "non sospette".

La morte sembra accidentale, ha detto Eric Grandjean, portavoce della polizia ginevrina, confermando una notizia del settimanale "Der Sonntag". Il ministero pubblico ginevrino ha aperto un'inchiesta.

Covassi, con l'intermediazione della polizia di Ginevra, era stato arruolato dal Servizio di analisi e prevenzione e aveva partecipato all'operazione "Memphis", volta a scoprire eventuali collegamenti tra il CIG e l'islamismo radicale. Nel 2009 era stato condannato a otto mesi di carcere per traffico di anabolizzanti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS