Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Edgar Bronfman, presidente del Congresso ebraico mondiale (WJC) dal 1981 al 2007, è morto ieri nella sua abitazione di New York all'età di 84 anni. Ne dà notizia oggi il New York Times. Bronfman era conosciuto in Svizzera per il ruolo avuto nella vertenza sugli averi ebraici in giacenza.

Negli anni novanta il WJC si era impegnato per il versamento di un risarcimento da parte della Confederazione alle vittime dell'Olocausto e ai loro famigliari nella questione dei beni ebraici depositati in banche svizzere durante il regime nazista.

Bronfman era stato in prima linea nella vertenza che si era conclusa nel 1998 con un accordo tra le banche svizzere e le organizzazioni ebraiche che prevedeva il versamento complessivo di 1,25 miliardi di dollari.

Figlio di emigranti ebrei europei, Bronfman era nato a Montreal, in Canada nel 1929. Era direttore generale della società canadese di vini e liquori Seagram, ereditata dal padre.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS