Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il fondatore della celebre agenzia di modelle 'Elite Model Management', John Casablancas, che contribuì a lanciare star delle passerelle come Cindy Crawford, Naomi Campbell, Claudia Schiffer e tante altre, è morto oggi a Rio de Janeiro. Aveva 70 anni. Secondo quanto ha riferito la sua assistente Lorraine Caggiano, era da tempo malato di cancro.

Dopo aver fondato la sua agenzia a Parigi nel 1972, sin dai primi anni della sua carriera di oltre 30 anni nel mondo della moda, Casablancas è riuscito a dare battaglia e spesso a vincere contro agenzie di modelle di New York che a quei tempi erano ben più note e avviate.

Sempre circondato da donne stupende e a sua volta affascinante, Casablanca, ricorda il New York Times, amava anche corteggiare lo scandalo anche nella sua vita privata e venne accusato di fare sesso con modelle teenager. Aveva una robusta fama di playboy.

Prima che creasse la sua agenzia, "le modelle erano solo modelle" ma poi "noi abbiamo cominciato a creare il mito dietro all'apparenza", aveva detto in un'intervista del 2005, ricorda oggi l'Huffington Post.

E certamente si è trattato di una strategia che ha funzionato, come possono testimoniare le modelle che ha rappresentato che, oltre a quelle già citate comprendono anche Andie MacDowell, Kim Alexis, Paulina Porizkova, Iman, Heidi Klum e Gisele Bündchen. John Casablancas lascia la moglie Aline Wermelinger e cinque figli, nati da due matrimoni.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS