Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Aveva ben 47 anni il gipeto maschio dello zoo della Garenne, nel cantone di Vaud, morto nella notte tra il 2 e il 3 di febbraio. È diventato famoso perché i suoi 26 discendenti hanno contribuito alla riproduzione naturale della specie nelle Alpi.

L'animale era arrivato nel 1972 nel parco La Garennne - situato nel villaggio di Le Vaud, ad una decina di km a nord di Gland - all'età di almeno 4 anni e nel 1978 lo ha raggiunto una femmina, ha precisato lo zoo oggi in una nota. Aveva così preso avvio il programma di riproduzione per la reintroduzione della specie nella Alpi, dove era assente da oltre un secolo.

La femmina era scomparsa nel 1995 all'età di 32 anni dopo che la coppia aveva avuto 13 piccoli. Dallo zoo di Berlino Est era giunta poco dopo un'altra femmina che il 10 di dicembre scorso ha depositato un uovo. La schiusa è cominciata il due febbraio. Il vecchio gipeto non ha però potuto vedere il suo 26esimo discendente, perché è deceduto, la stessa notte, dopo alcuni giorni di cure.

Questo zoo festeggia quest'anno i 50 anni. La sua storia si intreccia con quella di questo gipeto barbuto, uno tra i più vecchi conosciuti al mondo.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS