Navigation

Mosca: Damasco dichiari che è stato solo incidente

Questo contenuto è stato pubblicato il 04 ottobre 2012 - 12:08
(Keystone-ATS)

Il ministro degli esteri russo Serghiei Lavrov ha chiesto oggi a Damasco di dichiarare pubblicamente che il colpo di mortaio sparato dal territorio siriano in quello turco è stato un incidente e che non si ripeterà.

"Attraverso il nostro ambasciatore in Siria, abbiamo parlato alle autorità siriane le quali ci hanno assicurato che quanto accaduto al confine con la Turchia è stato un tragico incidente e che non si accadrà di nuovo", ha dichiarato il capo della diplomazia russa da Islamabad. "Pensiamo che è di fondamentale importanza per Damasco dichiararlo ufficialmente", ha aggiunto.

L'Unione europea ha intanto espresso la sua "forte condanna" nei confronti della Siria per il bombardamento della città turca di Akcakale che ha causato la morte di cinque civili e numerosi feriti.

L'Alto rappresentante Ue per la politica estera e la sicurezza Catherine Ashton, in una nota, ha espresso al ministro degli esteri turco Ahmet Davutoglu la sua solidarietà e le condoglianze per le vittime del bombardamento.

"L'incidente di ieri - sottolinea Ashton nella nota - indica chiaramente quali tragici effetti può avere sui Paesi vicini la crisi siriana. Ancora una volta chiedo con urgenza alle autorità siriane di porre fine immediatamente alle violenze e di rispettare la sovranità e l'integrità dei Paesi vicini. Simili violazioni della sovranità turca non possono essere tollerate. Invito tutte le parti alla moderazione. Continueremo a monitorare molto da vicino - conclude Ashton - l'evolversi della situazione".

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?