Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Nelle ultime 24 ore l'aviazione militare russa ha effettuato in Siria 18 raid contro 12 obiettivi dei terroristi, distruggendo tra l'altro un posto di comando, un nodo di comunicazione, bunker, depositi di armi e carburanti e un campo di addestramento dell'Isis.

Lo rende noto Igor Konashenkov, portavoce del ministero della difesa.

Gli attacchi, condotti da un' altitudine di oltre 5000 metri da aerei Sukhoi Su-24 M, Su-25, Su-34, hanno interessato il campo di addestramento vicino a Maadan-Jedid e un posto di commando mimetizzato vicino a Kasert-Faraj, a sudovest della città di Raqqa.

Sono stati inoltre centrati un punto di comando e un centro di comunicazione dell'Isis nel rione Dar Taizzah nella provincia di Aleppo, nonché un campo dei miliziani dell'Isis nel rione Màarrat al-Nùman nella provincia di Idlib.

Secondo la televisione panaraba Al Jazira, i jet russi hanno bombardato Qaryatain, città siriana nella provincia di Homs conquistata dallo Stato islamico nell'agosto scorso, dove decine di cristiani sono praticamente tenuti in ostaggio.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS