Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Mosca si è risvegliata stamane sepolta dalla neve: quasi 20 centimetri di manto nevoso fresco. Questa volta la neve, che continua a cadere quasi ininterrottamente da giovedì scorso, ha mandato in tilt la capitale, generalmente ben attrezzata quando il fenomeno è "normale".

Ma il protrarsi della caduta di fiocchi bianchi non ha consentito alla gigantesca macchina del Comune di smaltire i cumuli di neve, nonostante siano attivi 15 mila mezzi e 37 mila addetti che rimuovono ogni 24 ore 400 mila metri cubi di neve. Il traffico è paralizzato, non si trovano parcheggi liberi, metro e ferrovie locali sono stati presi d'assalto.

Tutta la Russia centrale è stata investita da abbondanti nevicate, a causa di un fronte ciclonico. I meteorologi prevedono un'attenuazione delle precipitazioni nevose da stasera, quando la temperatura comincerà a scendere di parecchi gradi sotto lo zero.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS