Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'ex sindaco di New York Michael Bloomberg (foto d'archivio).

KEYSTONE/EPA/CHRISTOPHE PETIT TESSON

(sda-ats)

Michael Bloomberg guida la crociata dei sindaci americani contro Donald Trump. E da Miami l'ex sindaco di New York lancia un programma da 200 milioni di dollari (finanziato con il suo patrimonio personale) per aiutare le città.

All'interno del piano mette a disposizione 17 milioni di dollari per un concorso che incoraggia i sindaci ad affrontare autonomamente questioni cruciali (come la lotta ai cambiamenti climatici o la stretta sulle armi da fuoco), spingendoli ad andare contro le attuali politiche di Washington.

Tutte le città Usa con almeno 30 mila abitanti potranno partecipare, e i vincitori saranno annunciati nell'ottobre 2018. Trentacinque città vinceranno 100 mila dollari, mentre altre quattro riceveranno 1 milione di dollari e la vincitrice otterrà 5 milioni. Non ci sono indicazioni sul focus dei progetti, ma secondo gli osservatori con tutta probabilità saranno orientati verso quelle che sono considerate priorità da Bloomberg, come il cambiamento climatico, l'epidemia di oppiacei, le armi illegali e l'obesità.

"È un momento fondamentale per sostenere le città degli Stati Uniti", ha dichiarato James Anderson, alto funzionario di Bloomberg Philanthropies, sottolineando che i sindaci affrontano sfide "da tutte le direzioni", incluso il governo federale.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS