Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Sessantanove morti: si aggrava in Mozambico il bilancio delle persone decedute dopo aver bevuto birra probabilmente contaminata con bile di coccodrillo. In ospedale sono finiti in 196.

Tutto era iniziato ieri quando i partecipanti a una cerimonia funebre a Tete, nel nord, avevano bevuto la tradizionale birra Pombe. Il bilancio, che era di 56 morti, è continuato a salire, secondo le autorità sanitarie locali. Secondo Alex Albertini, funzionario del distretto sanitario della zona, la bile di coccodrillo è comunemente usata come veleno.

La polizia ha aperto un'indagine sull'incidente mentre sangue e campioni della birra sono stati inviati nella capitale Maputo per essere esaminati. "Stiamo aspettando i risultati delle analisi effettuate all'ospedale centrale di Maputo in modo da poter identificare il prodotto che è stato messo nella birra", ha detto il direttore sanitario provinciale Carle Mosse.

Le autorità sanitarie hanno spiegato che coloro che hanno bevuto la birra Pombe nella mattinata di ieri non hanno evidenziato alcun sintomo di avvelenamento, mentre quelli che l'hanno bevuta nel pomeriggio sono morti o rimasti intossicati. Ciò induce a pensare che la birra deve essere stata avvelenata mentre i partecipanti al funerale si trovavano al cimitero. Tra le vittime c'è anche la donna che ha distillato la birra.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS