Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Le autorità del Mozambico hanno ordinato l'evacuazione di 55 mila persone da alcune aree nel sud del paese dove otto grandi fiumi hanno raggiunto "livelli di crisi" a causa delle insistenti piogge di questi giorni.

Le inondazioni, che già nel mese di ottobre avevano provocato la morte di 35 persone, stanno causando enormi disagi nel sud e nel centro del paese. "Stiamo chiedendo alle persone di spostarsi in zone più sicure. Pensiamo che ci sono 55 mila persone in pericolo", ha detto a Abc News la portavoce del Mozambico Disaster Relief Management Institute (Ingc), Rita Almeida.

Squadre di emergenza sono al lavoro con l'ausilio di imbarcazioni per salvare centinaia di civili le cui abitazioni sono state sommerse dalle acque. "Stiamo registrando livelli di acqua molto elevati nei fiumi Limpopo e Inkomati. La città di Chokwe, nel sud del paese, potrebbe essere inondata", ha detto Almeida. Gli esperti temono che possano ripetersi le devastanti inondazioni che nel 2000 provocarono la morte di circa 800 persone.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS