Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il procuratore generale della Confederazione, Michael Lauber, intende mantenere un'antenna in Ticino. Lo ha confermato lo stesso magistrato alla deputazione ticinese alle Camere federali durante un incontro tenutosi stamane a Berna.

Il consigliere nazionale Fabio Regazzi (PPD/TI) ha dichiarato all'ats che il successore di Pierluigi Pasi - responsabile della sede distaccata luganese del MPC fino alla sua inattesa sospensione avvenuta a inizio giugno - dovrebbe essere nominato entro la fine di quest'anno. Al momento, le funzioni di Pasi sono state assunte ad interim dallo stesso Lauber.

Il procuratore generale della Confederazione ha indicato che la persona designata dovrà avere familiarità col territorio ticinese e con la realtà italiana, quindi avere padronanza della lingua italiana.

Stando al consigliere nazionale Marco Romano (PPD/TI), Lauber vuole una figura che abbia un approccio costruttivo con la polizia e le autorità ticinesi e funga da ponte con l'Italia. Da questo punto di vista l'incontro con Lauber è stato rassicurante per noi, ha spiegato Romano all'ats in merito alla volontà espressa dal magistrato di mantenere la sede distaccata.

Per quanto attiene ai motivi che hanno condotto alla risoluzione del rapporto di lavoro con Pasi - alla guida dell'antenna luganese dal 2003 - Lauber "è stato trasparente e chiaro", secondo Fabio Regazzi. L'allontanamento del magistrato ticinese, è dovuto a divergenze sulla conduzione strategica dell'antenna luganese. Non ci sono motivi penali o amministrativi alla base del provvedimento, ha spiegato Lauber ai deputati ticinesi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS