Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Serge Gaillard

KEYSTONE/KARL-HEINZ HUG

(sda-ats)

Il Ministero pubblico della Confederazione (MPC) può indagare sul caso che vede Serge Gaillard, il direttore dell'Amministrazione federale delle finanze (AFF), accusato di denuncia mendace.

Il Dipartimento federale di giustizia e polizia (DFGP) ha concesso l'autorizzazione. Gaillard respinge le accuse, ma si dice soddisfatto della decisione.

La procedura d'autorizzazione del DFGP "ha lo scopo di proteggere il personale federale da procedimenti penali che a prima vista sembrano infondati, lesivi o temerari" e non di determinare se vi sia stato un reato, informa un comunicato odierno della Segreteria generale del DFGP. La colpevolezza o l'innocenza dell'accusato devono essere esaminate nel procedimento penale, viene precisato.

L'autorizzazione è necessaria se un impiegato della Confederazione è accusato di aver commesso un reato attinente alla sua attività o condizione ufficiale, si evince dall'articolo 15 capoverso 1 della Legge sulla responsabilità (LResp), citato nella nota.

La vicenda si riferisce a una lunga diatriba con un ormai ex dipendente dell'Ufficio centrale di compensazione AVS/AI/IPG (UCC). Nel 2013 l'ex dipendente avrebbe informato i media su problemi interni all'UCC. All'epoca erano state avviate due inchieste amministrative: una per irregolarità nell'ambito di acquisti informatici e l'altra relativa alla sicurezza dei dati. In seguito alle pubblicazioni, Gaillard ha poi denunciato l'uomo per violazione del segreto d'ufficio. Questa querela è però stata archiviata. Lo scorso aprile l'MPC ha poi aperto un procedimento contro Gaillard per denuncia mendace, calunnia, abuso d'autorità e tentata coazione, su denuncia dello stesso ex collaboratore.

L'AFF scrive in una presa di posizione che Gaillard è sollevato del fatto che le accuse mosse contro di lui possano finalmente essere chiarite. Egli le respinge e le ritiene "infondate". Spera inoltre che il procedimento venga chiuso al più presto.

Non si tratta di un caso di whistleblowing, scrive l'Amministrazione federale delle finanze. Gaillard sostiene di essersi più volte impegnato perché i collaboratori che denunciavano mancanze o irregolarità non subissero svantaggi. L'AFF giustifica la denuncia per violazione del segreto d'ufficio con le indiscrezioni che allora avevano leso la fiducia reciproca all'interno del UCC.

L'Ufficio centrale di compensazione (UCC), con sede a Ginevra e dipendente dall'AFF, è l'organo centrale di esecuzione della Confederazione in materia di assicurazioni sociali del primo pilastro che comprende l'Assicurazione vecchiaia e superstiti (AVS), l'Assicurazione invalidità (AI) e le Indennità per perdita di guadagno (IPG). Ha anche per missione di applicare le convenzioni internazionali in materia di sicurezza sociale.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS