Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Dopo la notizia di possibili difetti di fabbricazione alla calotta del reattore della centrale nucleare belga Doel 3, le Forze motrici bernesi (BKW), che gestiscono la centrale di Mühleberg (BE), hanno deciso di sottoporre ad esame il guscio del reattore, utilizzando una nuova tecnica a ultrasuoni.

Visto che la calotta del reattore di Mühleberg proviene dalla stessa officina produttrice di quella belga - ossia l'olandese Rotterdamsche Droogdok Maatschappij -, l'Ispettorato federale della sicurezza nucleare (IFSN) ha richiesto documentazione relativa alla fabbricazione e al controllo, fanno sapere in un comunicato odierno le BKW.

In base alla documentazione tecnica fornita, al momento della messa in servizio la calotta del reattore di Mühleberg era in perfetto stato. Nonostante il sito di fabbricazione sia lo stesso di Doel 3, vi sono importanti differenze in particolare per ciò che concerne il fornitore del materiale di base, lo spessore della parete e il momento della fabbricazione, rilevano le BKW. Allo stato attuale il guscio del reattore non presenta difetti di fabbricazione, come invece si sospetta nel caso dell'impianto belga.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS