Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Dopo il successo di un programma pilota, nel Regno Unito i video musicali visibili su YouTube e Vevo verranno classificati secondo le indicazioni che ne vietano la visione ai minori o la restringono a determinate fasce di età, sulla base dei contenuti.

Come si legge sul Guardian, l'iniziativa riguarda quelli prodotti in Gran Bretagna: le maggiori case discografiche prima di metterli online li manderanno per la classificazione alla British Board of Film Classification (BBFC).

Il progetto è stato fortemente voluto dal primo ministro David Cameron per proteggere i minori che usano Internet. Così i video di artisti come Miley Cyrus o Rihanna per citarne solo alcuni, che periodicamente fanno discutere per i contenuti non sempre ritenuti adatti ai loro milioni di giovanissimi fan perché troppo espliciti dal punto di vista sessuale, saranno sottoposti ad una classificazione simile a quella applicata ai film.

Sui video comparirà quindi l'avvertimento per una visione consigliata ai minori di 12, 15 o 18 anni.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS